Lunedì, martedì, venerdì:
Mercoledì e giovedì:
Sabato:
07:00 - 14:30
13:00 - 20:30
08:00 - 13:00
Preventivo Online
Preventivo Online
06.10.2015. I vantaggi dell’acqua di rubinetto La carie dentaria colpisce i bambini più di qualsiasi altra malattia infettiva cronica e, secondo il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) americano, se non è trattata, causa enormi sensazioni di dolore e può ostacolare il mangiare, il parlare e il giocare dei nostri piccini.

Un'aggiunta controllata di un composto di fluoro nelle forniture di acqua pubblica è considerata oggi, il modo più conveniente per prevenire e combattere la carie. Secondo uno studio effettuato negli Stati Uniti nel 2010, il fluoro rende l'intera struttura del dente più resistente alla carie e, promuovendo la remineralizzazione, blocca il decadimento precoce prima che il danno diventi ancora più visibile.

La fluorizzazione dell’acqua è uno dei modi più efficaci per fornire fluoro alla nostra cavità orale e addirittura più efficace della fluorizzazione dei vari dentifrici.

IL TREND DELL’ACQUA IN BOTTIGLIA

Milioni di persone stanno adottando, sempre di più, uno stile di vita sano che include il frequente consumo dell’acqua in bottiglia, come parte della loro dieta. L'acqua in bottiglia anche se spesso commercializzata come la soluzione migliore per la nostra salute, riserva anche degli svantaggi: non include, infatti, alcuni elementi che promuovono la salute orale, tra i quali appunto il fluoro.

La maggior parte delle acque in bottiglia, infatti, contiene poco o nessuna traccia di fluoro. Questo elemento può essere rimosso dall’acqua durante il processo della filtrazione. D’altro canto, le aziende che si occupano dell’imbottigliamento non sono obbligate a inserire questo elemento nel loro prodotto e, per questioni dovute al risparmio, spesso non lo fanno.

Negli Stati Uniti il consumo dell’acqua in bottiglia aumenta di giorno in giorno. Negli ultimi dieci anni però è aumentata anche la comparsa della carie nei denti delle persone. La bocca di queste persone ha perso il minerale che aiuta a prevenirne la comparsa ed è sempre più esposta ai vari effetti dannosi che si riscontrano nel cibo o che derivano da un’igiene orale carente.

La conclusione appare evidente: è meglio limitare il consumo dell’acqua imbottigliata e ritornare al consumo dell’acqua di rubinetto.

Ovviamente, esistono casi legati ad alcune località dove l’acqua che fuoriesce dal rubinetto è poco consigliabile magari a causa di una rete di acquedotti poco affidabile e non rinnovata da tempo.
In queste situazioni è chiaro che si dovrà ricorrere all’acqua in bottiglia per evitare problemi indesiderati.