Lunedì, martedì, venerdì:
Mercoledì e giovedì:
Sabato:
07:00 - 14:30
13:00 - 20:30
08:00 - 13:00
Preventivo Online
Preventivo Online
21.03.2015.
Collutorio con azione antibatterica, viene di solito prescritto dai dentisti ber combattere i sintomi della gengivite o altre infiammazioni della cavità orale. Il suo beneficio principale consiste nell'azione anti-placca batterica. Secondo alcuni studi recenti nell'ambito delle scienze odontoiatriche, i collutori di questo tipo risultano i più indicati per combattere le varie infezioni dentali e quelle della cavità orale.

I collutori alla clorexidina contengono dall' 0,05% al 0,2% di questa potente sostanza che annienta i batteri responsabili di varie malattie dentali. Se in condizioni normali una corretta igiene orale aiuta a prevenire l'aumento della presenza di batteri, placca e tartaro, responsabili dei maggiori disturbi dentali, in alcuni casi lo spazzolino ed il dentifricio non bastano a garantire la salute orale. In caso di presenza di un disturbo dentale causato appunto dall'aumento della presenza di batteri, i collutori alla clorexidina assicurano il completo annientamento di questi.

                          
Tali collutori si consigliano soprattutto nei seguenti casi:
  • per prevenire infezioni dell'alveolo dentale, cisti o granulomi dopo aver subito un'estrazione dentale
  • per prevenire un'infezione dopo aver subito un intervento dentale come ad esempio l'apicectomia
  • per prevenire infezioni quando si è portatori di protesi fisse o mobili
  • per combattere la piorrea
  • contro le afte
  • contra l'alito cattivo inteso come disturbo
  • per combattere la placca e tartaro

Per quanto riguarda la prevenzione della carie, bisogna sottolineare che questo tipo di collutorio non sembra essere effcace. La ragione di ciò sembra essere il periodo di tempo prescritto per quanto riguarda l'uso dei collutori contenenti clorexidina. Infatti, essi vanno usati per periodi di tempo limitati in quanto possono causare cambiamenti della cromia dentale. Quindi, essendo il loro uso incostante, non rappresentano un'efficace soluzione nella prevenzione dei batteri cariogeni.