Lunedì, martedì, venerdì:
Mercoledì e giovedì:
Sabato:
07:00 - 14:30
13:00 - 20:30
08:00 - 13:00
Preventivo Online
Preventivo Online
25.02.2016. L'allattamento e la crescita dei primi dentini Il latte della mamma contiene tutti gli elementi nutritivi nelle giuste proporzioni. Con l’esatta percentuale di proteine e sali minerali necessari, questo latte rappresenta il pasto ideale per un corretto sviluppo del bambino. E però normale che le mamme abbiano paura di un’eventuale esperienza dolorosa quando prendono in considerazione la crescita dei primi dentini da latte, che in genere inizia circa sei mesi dopo la nascita del bambino. 
Alcune di loro, per questo motivo, allattano fino a quando i dentini del bimbo non cominciano a spuntare fuori e poi smettono per evitare un eventuale dolore.

La vostra clinica dalla Croazia afferma che non c’è una regola che accomuna tutti i bambini per quanto riguarda la prima dentizione e ogni bambino rappresenta una situazione diversa.
Alcune mamme non riscontrano alcun problema durante l’allattamento. Altre, invece, subiscono un continuo mordere del proprio bimbo che magari soffre, a sua volta, di gonfiore alle gengive e cerca di alleviare l’irritante dolore mettendo in bocca (e morsicando) tutto ciò che ha a portata di mano. 

In questi casi, il bimbo utilizza il capezzolo della madre come mezzo di sollievo e tende a morsicarlo. In queste situazioni la madre potrebbe avvertire una forte sensazione di dolore e dovrebbe intraprendere qualche soluzione alternativa per evitare il ripetersi del gesto. 

Alcune delle cose che potete fare sono quelle di massaggiare le gengive del bimbo prima dell’allattamento con un panno inzuppato con acqua oppure offrire al piccolo alcuni bocconi di un pasto morbido, raffreddato in precedenza.
Gli esperti della vostra clinica di fiducia dalla Croazia ci tengono a evidenziare come l’allattamento dal seno sia importante anche per il corretto e sano sviluppo dei denti perché fornisce loro tutti gli elementi necessari.
A volte i bimbi mordono perche hanno la sensazione di non essere tenuti saldamente dalla mamma e, in questo modo, cercano di “attaccarsi” meglio usando i dentini e mordendo il capezzolo. 
Bisognerebbe controllare se il modo di tenere il bambino sia quello giusto e, se il morso avviene, provare ad utilizzare la punta del dito per staccare i dentini senza fare male al bambino.